Ricerca
Chiudere questa casella di ricerca.

Le Isole Faroe: una guida a un paese europeo poco conosciuto

spiaggia di tjornuvik sull'isola di streymoy

State pensando di recarvi alle Isole Faroe, ma non riuscite a trovare le informazioni necessarie per organizzare la vostra vacanza? Questo bellissimo Paese, situato in zone vicine al Circolo Polare Artico, è anche uno dei più sconosciuti d'Europa.

Informazioni di base sulle Isole Faroe

Le Isole Faroe sono uno Stato indipendente e autogovernato in Europa che non fa parte dell'Unione Europea. Tuttavia, nonostante l'autonomia a cui aspira, mantiene legami istituzionali con il Regno di Danimarca. Ha una popolazione di circa 45.000 abitanti, la metà dei quali vive a Tórshavn e nelle città periferiche.

L'arcipelago che costituisce il Paese è composto da 18 isole, di cui solo una è disabitata. Le isole furono colonizzate nel X secolo da emigranti norvegesi, anche se alcune tracce trovate sulle isole indicano l'esistenza di insediamenti precedenti di origine celtica.

Nella sua storia, le isole facevano addirittura parte della corona norvegese, ma dal XVI secolo il territorio fu amministrato dalla Danimarca. Successivamente, nel 1948, a seguito di un plebiscito, le Isole Faroe ottennero l'indipendenza dal Regno di Danimarca. Grazie a questi accordi, è stato stabilito uno status che ha preservato alcuni legami tra i due Paesi. Lo stesso vale per la Groenlandia.

Oggi il loro autogoverno si estende a quasi tutte le sfere politiche, ad eccezione delle relazioni estere, del sistema giuridico e della difesa nazionale. Tuttavia, nelle Isole Faroe c'è un desiderio latente in gran parte della popolazione di secedere completamente dal Regno di Danimarca. Il nome originale del Paese è Føroyar, che significa isola degli agnelli. Come curiosità, il numero di agnelli che vivono in campagna è doppio rispetto a quello degli esseri umani.

Dove si trovano le Isole Faroe?

Molte persone potrebbero pensare che le Isole Faroe si trovino nei Caraibi. La verità, tuttavia, è che sono molto più vicini alla Polonia di quanto si possa pensare. Nello specifico, le Isole Faroe si trovano nel nord dell'Europa, in quello che potremmo definire un triangolo immaginario, situato tra la Scozia, l'Islanda e la penisola scandinava.

Quale lingua si parla nelle Isole Faroe?

Il faroese e il danese sono le due lingue ufficiali delle Isole Faroe. La lingua madre, tuttavia, è il faroese, originario della penisola scandinava. È parlato da tutta la popolazione. L'inglese, invece, è la lingua in cui si può comunicare facilmente durante il soggiorno nel Paese.

Valuta nelle Isole Faroe

La moneta legale nelle Isole Faroe non è l'euro, ma la corona danese. Se arrivate alle Isole Faroe da Copenaghen, è molto probabile che abbiate già delle corone in tasca. In caso contrario, è possibile cambiare denaro presso le banche della città. È inoltre possibile prelevare corone da qualsiasi sportello bancomat e pagare con carta nella maggior parte dei negozi.

Clima, quando è il momento migliore per andare alle Isole Faroe?

Le Isole Faroe hanno un clima prevalentemente oceanico, fortemente influenzato dalle correnti calde del golfo. Di conseguenza, è relativamente calda per la sua latitudine. Le estati sono generalmente miti e gli inverni freschi, con temperature medie che vanno da 1°C in inverno a 9°C in estate. Le temperature massime variano da 5°C in inverno a 13°C in estate.

Nuvole, venti forti, nebbia e imprevedibilità sono le caratteristiche del tempo delle Faroe e dovrete abituarvi a questi fenomeni. Si consiglia di pianificare la visita di ogni località in base alle condizioni meteorologiche e di lasciare spazio all'improvvisazione.

Le precipitazioni sono un altro fattore di differenziazione, con oltre 200 giorni di pioggia all'anno. Da settembre a marzo sono i mesi più piovosi, con una media di 17-22 giorni di pioggia al mese.

In sintesi, il periodo migliore per viaggiare alle Isole Faroe è la tarda primavera (maggio) e il periodo estivo (giugno, luglio e agosto), quando c'è il maggior numero di ore di sole. Tuttavia, se non potete viaggiare in questi periodi, potete farlo anche nelle altre stagioni. Non essendo alta stagione, i prezzi sono molto più bassi e questo vi permetterà anche di godere dei paesaggi invernali e, se siete fortunati, dell'aurora boreale.

Cosa fare alle Isole Faroe?

Le Isole Faroe sono un paradiso naturale, un'oasi in Europa, completamente lontana dal turismo di massa. Ci sono centinaia di cose da fare e luoghi da visitare, la maggior parte dei quali legati alla natura.

Escursioni nelle Isole Faroe

L'escursionismo è l'attività principale delle Isole Faroe. Qualunque sia il vostro piano per esplorare questo Paese, prima o poi vi troverete a indossare gli scarponi da trekking. Questo perché, nonostante l'eccellente rete stradale del Paese, vi ritroverete a dover camminare per raggiungere molti dei luoghi più sorprendenti.

In bicicletta nelle Isole Faroe

Noleggiare una bicicletta può essere un ottimo modo per esplorare le Isole Faroe. Tuttavia, bisogna prima considerare il terreno difficile. I venti forti e le condizioni meteorologiche avverse sono un altro problema. Le strade sono generalmente poco trafficate, anche se alcune gallerie, soprattutto nelle isole più settentrionali, sono molto buie. È un'ottima idea combinare il ciclismo con il noleggio di un'auto.

 Sport d'avventura

Le Isole Faroe sono anche un paradiso per gli amanti degli sport d'avventura. È possibile prenotare gite in barca, arrampicate sulla scogliera, immersioni, snorkeling e molte altre attività. Molte di queste attività possono essere prenotate presso l'ufficio turistico locale di Tórshavn.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *