Resina epossidica - tipi, proprietà, utilizzo

uomo che lucida un tavolo epossidico da vicino

La resina epossidica è un prodotto polimerico sintetico. Una volta indurito, diventa non infiammabile e insolubile. I pavimenti epossidici sono impermeabili e resistenti all'umidità. Sono resistenti agli agenti atmosferici e alla maggior parte delle sostanze chimiche. La resina epossidica è un componente importante dei pavimenti industriali in resina e da qualche tempo è sempre più utilizzata nelle abitazioni.

Che cos'è la resina epossidica?

Per prima cosa è necessario rispondere alla domanda su cosa sia la resina epossidica. Dal punto di vista chimico, si tratta di un materiale polimerico sintetico con una struttura caratteristica costituita da un atomo di ossigeno legato a due atomi di carbonio. Le resine epossidiche non sono una nuova invenzione: sono state brevettate nel 1934 dal chimico e inventore tedesco Paul Schlack e dal chimico svizzero Pierre Castan. Le resine epossidiche contengono componenti liquidi e indurenti che, miscelati tra loro, reagiscono chimicamente per formare plastiche con buone proprietà fisiche. Hanno optato per le proprietà versatili delle resine epossidiche. Queste proprietà si manifestano nel fatto che, una volta indurita la massa liquida, il prodotto polimerico finale è non fusibile e insolubile. Le sospensioni epossidiche possono essere utilizzate per la laminazione, l'incollaggio e l'allagamento, nonché per l'impregnazione di una varietà di superfici, tra cui legno, vetro, metallo e cemento. Oltre ai polifenoli, composti di origine vegetale, la composizione delle resine epossidiche comprende uno speciale indurente. All'impasto vengono solitamente aggiunti anche coloranti, diluenti (come gli ftalati) e riempitivi (come polvere di rame, gesso, sabbia e talco).

Proprietà della resina epossidica

Le resine epossidiche sono caratterizzate da un'elevata resistenza all'abrasione, ai graffi e agli urti. Sono inoltre caratterizzati da resistenza alla compressione, resistenza alla compressione, resistenza alla trazione ed elevata durezza. Le proprietà delle resine epossidiche includono anche una resistenza superiore alla media all'umidità, al calore, agli oli e ai grassi e ad alcune sostanze chimiche come le soluzioni acide e saline. Sono meno intensi se esposti a cloro, metanolo o idrocarburi e se esposti a luce ultravioletta o UV. In questo caso, la superficie del rivestimento epossidico può ingiallire e formare uno strato di polvere sulla superficie.

Utilizzo di resina epossidica

L'epossidico ha un'ampia varietà di applicazioni, motivo per cui è così facilmente utilizzato in molti settori. È ideale per l'incollaggio, l'impermeabilizzazione e la pavimentazione. Viene utilizzato in centri sanitari, magazzini, locali industriali, garage e scantinati grazie alla sua durata, al rivestimento antiscivolo e alla superficie igienica di facile manutenzione.

È ottimo per impregnare e decorare il legno e funziona bene anche sulle pareti. In questo modo, sono protetti dall'umidità. Funziona bene come adesivo da costruzione per metalli, per proteggere le superfici esposte a forte corrosione e per sigillare.

Resina epossidica per legno

L'epossidica può essere utilizzata per creare calchi trasparenti, proteggendo e conferendo una sottile lucentezza a una varietà di superfici. Viene utilizzato soprattutto nel settore dello styling per proteggere i componenti in legno e nella gioielleria per contenere i piccoli gioielli. La nostra azienda offre resine epossidiche per il legno che, tra l'altro, riempiono le fessure naturali del legno e si combinano con colori e tinture adatti per renderle quasi impercettibili.

Pavimenti in resina epossidica

I pavimenti epossidici sono utilizzati principalmente in garage, magazzini o capannoni industriali, ma da qualche tempo sono sempre più utilizzati come originale elemento decorativo negli interni residenziali. Interessanti pavimenti in resina sintetica si trovano in soggiorni, cucine, bagni, terrazze e balconi. Possono essere trasparenti o colorati, applicati direttamente sui pavimenti in cemento o in legno e li proteggono. Il più grande vantaggio dei pavimenti in resina è la creazione di una superficie senza soluzione di continuità, che aggiunge eleganza agli interni e li ingrandisce otticamente. Sono rinomati non solo per i loro interessanti effetti decorativi, ma anche per la loro elevata durata, durezza e resistenza ai danni meccanici. I pavimenti in resina sopportano bene i carichi pesanti e sono resistenti a graffi e abrasioni. Inoltre, è facile da pulire e impermeabile, per cui può essere utilizzato anche in ambienti con elevata umidità. Per la pavimentazione si utilizzano strati sottili, spessi o grossolani di resina epossidica al quarzo.

Svantaggi della resina epossidica

Lo svantaggio della resina epossidica è dovuto principalmente a due fattori: il prezzo e l'esperienza. I prodotti più economici possono ingiallire alla luce del sole e asciugarsi meno bene, il che può portare a un'errata presa della resina. Vale anche la pena di ricordare che i prodotti economici possono avere un odore molto forte e persino soffocante. Un altro svantaggio da menzionare è la necessità di esperienza, poiché chiunque abbia lavorato con questo materiale sa quanti fattori molto importanti possono influenzare negativamente il risultato finale di un progetto. Perché cosa può andare storto? Si tratta di troppa umidità, di troppa anidride carbonica nell'aria, di una colata impropria di resina o addirittura di una realizzazione non corretta dello stampo. I fattori che influenzano il risultato finale sono molti e solo l'esperienza potrà eliminarne la maggior parte.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.